Caos a Barriera Roma
IL FATTO di Maurizio Silvestri Sotto accusa i "lavavetri"

l'ingresso forzato domenica 26 agosto

Un piccolo negozio di fiori
preso di mira dagli zingari.
Vandali e ladri infestano
il luogo sacro del cimitero
della Misericordia.

Tre tentativi di furto
in appena quattro mesi.
Bottino 5 euro ma tanti danni


25 aprile 2012. Infranto il vetro della porta d'ingresso


27 agosto 2012. All'esterno del cimitero, le cabine contenenti i contatori generali, aperte ed usate come
contenitori di rifiuti bottiglie di vino, birra, lattine e
sigarette. Qui, sono soliti riunirsi gli uomini, nella "pausa pranzo" o per bere. Alle volte, anche ubriachi, iniziano
pure i litigi tra loro...



agosto 2012 nelle foto sopra, un nomade si
lava e si rinfresca (naturalmente a torso
nudo) alle fonti del Camposanto.
..

...poi,tranquillamente, se ne
esce. Alla grazia del rispetto e dell'integrazione!


Cosa sta accadendo a Barriera Roma ed al cimitero della Misericordia? L'altro giorno abbiamo denunciato, con prove fotografiche le continue violazioni del semaforo rosso con conseguente pericolo per i tanti frequentatori del cimitero. Stamani si parla di ladri e vandali. Per la terza volta in pochi mesi è stata sfondata la porta del negozio di fiori che si trova poco dopo l'ingresso della parte vecchia. Se ne sono andati con pochi spiccioli: la proprietaria del negozio ormai non lascia più niente dopo le precedenti incursioni. Il danno c'è stato comunque: vetri spaccati, caos ovunque. "Ma questo è nulla a confronto con quanto dobbiamo subire ogni giorno". La fioraia ed alcuni clienti raccontano di atti vandalici che si ripetono quotidianamente. Raccontano di personaggi che vanno e vengono a torso nudo, a rinfrescarsi alla fontana all'interno del cimitero; di rifiuti abbandonati ovunque, le cabine dei contatori generali trasformate in contenitori di bottiglie di vino vuote, lattine, scorci di sigarette; lasciano i bagni pubblici in condizioni pietose...

clicca la foto per ingrandire
27 agosto 2012. la sporcizia lasciata

"Per non parlare delle urla e dei berci che ci spaccano le orecchie quando litigano". Autori di certi episodi sarebbero i nomadi che stazionano ai semafori dell'incrocio appunto di Barriera Roma. "Sì, sono loro che fanno la spola nel cimitero a rifornirsi di acqua per lavare i vetri, che vengono a lavarsi qui, seminudi, urlano, cantano, si ubriacano. Forse sono sempre loro che ci spaccano il negozio". "E non veniteci a parlare di razzismo - dicono i frequentatori del cimitero - Semplicemente pretendiamo rispetto. Siamo stanchi di vivere in questa situazione, in questo clima di violenza, mancanza di rispetto assoluta per il luogo nel quale ci troviamo... Ed abbiamo paura".

27 agosto 2012 - Redazione LM

agosto 2012 la porta divelta del bagno

 
 

IL QUINTOMORO
EDITORE:
MAURIZIO SILVESTRI - P.Iva: 01471820496
LIVORNO MAGAZINE © Periodico di Informazione, Storia Arte e Cultura della Città di Livorno
Aut.ne Tribunale di Livorno n° 3/07 del 13.02.2007 - Direttore Responsabile: MAURIZIO SILVESTRI
Tutti i diritti riservati .:. All right reserved - Vietata la riproduzione anche parziale non autorizzata